Museo

MUSEO AMFIPOLIS

IMGP0932

  • Il Museo di Anfipoli è un versatile set di locali e di forza lavoro con molte funzioni diverse, in materia di tutela e valorizzazione dell'antichità. L'esposizione del Museo si può conoscere la storia della città antica e la zona immediata della. Presso i magazzini e laboratori assicurare la custodia e manutenzione eseguiti e studio dei manufatti che portano alla luce degli scavi archeologici.
  • Nella hall della fiera, nella zona della reception, esposto al Santuario d'argento e l'oro corona di foglie di olivo trovati nella tomba kibwtioschimo, al punto che ora viene costruito il Museo.
  • La relazione è organizzata in sezioni cronologiche e tematiche:
  • (J)) Preistoria
    Reperti della zona della bocca del Strymon testimoniano la forte presenza umana del periodo Neolitico medio all'età del ferro ( 5000 per esempio. – p. 750 x.).
  • II) Primi tempi storici
    Dalla metà del VII secolo. per esempio, con l'istituzione delle città greche alla foce dello Struma, inizia la progressiva penetrazione della popolazione greca in Tracia, come mostrato nell'attico e Corinzi vasi trovati in tombe arcaiche.
  • III) Classiche ed ellenistiche volte
    L'istituzione di Anfipoli in 437 per esempio, al tempo di Pericle, C'è stato un grande successo per gli ateniesi. Tuttavia, pochi anni più tardi (422 per esempio) la città acquisisce la propria autonomia e mantenere fino ad entrare a far parte del Regno di Macedonia di Philip Ii (357 per esempio).
  • I santuari della città (III. spazio 1), È dedicato a divinità locali, come la ninfa, la musa Clio, l'eroe-cavaliere Rissos e Strymwn, ma dei ed eroi, come Athena, Venere, Artemis, Ercole, Asclepio, Castore e Polluce. Particolarmente importante per Anfipoli fu il culto di Artemide Tayropoloy, Po dall'ellenistica anni diventa popolare il culto di Cibele e di Attios.
  • L'intensa vita pubblica e privata di Anfipoli (III. spazio 2) si riflette nella ricca serie delle sue monete, la produzione delle botteghe locali, vasi, opere di terracotta, scultura e miniatura. Gli scavi hanno rivelato un grande pubblico residenziali in città, liceo, dove i giovani sono stati addestrati ed esercitati.
  • Nella necropoli di (III. spazio 3), fuori le mura della città furono sepolti secondo la loro posizione economica e sociale dei morti, nelle tombe di vario tipo. Le offerte di queste tombe, vasi, figurine, armi, gioielli, È impressionante nella ricchezza e nell'arte.
  • J V) Epoca romana
    L'epoca romana è per un altro periodo di acne Anfipoli, all'interno del kosmokratorias dei Romani, come dimostrano gli edifici monumentali con progetti di scultura e mosaici, ceramiche e reperti che sono venuti alla luce.
  • V) Vecchi tempi
    Con la fine del mondo antico (4secolo. a.d.) la zona è ridotto. Il trasferimento, però, la capitale dell'Impero romano a Costantinopoli favorisce la continuità della vita in Anfipoli, come le basiliche paleocristiane con elaborati mosaici e l'imponente decorazione architettonica. Il cimurro del VI secolo. Agostini. e il movimento dei popoli slavi quindi condurre ad ulteriore restringimento di Anfipoli dissolto come centro urbano.
  • VI) Epoca bizantina
    L'interesse residenziale dopo l'IX secolo. Agostini. politica alla foce dello Struma, hanno sviluppato una città importante porto conosciuta con il nome Chrysoypolis. Le rovine di Anfipoli, alla periferia nord-ovest delle colline, sviluppato il piccolo insediamento, Il Marmarion, che ha servito il parcheggio alle esigenze dei viaggiatori che diebainan il fiume Strimone dal passaggio che era conosciuto come "Risorsa di marmari".
  • Nel piccolo salotto del Museo si possono trovare interessanti informazioni sulla storia successiva del luogo e un tempo per la ricerca archeologica nella zona.

Ministero della cultura
..

Commenti chiusi